Sblocca

logout

Inserisci qui sotto il codice di sblocco

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum
imparosulweb

Didattica digitale integrata

Il portale a sostegno della didattica digitale integrata, con proposte per lo studio autonomo e contenuti per il consolidamento, il ripasso e l’inclusione; i materiali sono organizzati in nuclei fondamentali, anche per facilitare il recupero degli argomenti non svolti, come segnalato nel PIA

Educazione musicale

  • I nuclei fondamentali di musica/6

    I GRANDI MAESTRI DELLA MUSICA
     
     Nel corso della storia della musica vi sono stati alcuni compositori che, più di altri, hanno dato contributi di enorme rilevanza a quest’arte: fra essi, abbiamo scelto di presentarti Antonio Vivaldi, Johann Sebastian Bach, Franz Joseph Haydn, Wolfgang Amadeus Mozart e Ludwig van Beethoven.
     
    Vivaldi e Bach sono i maggiori esponenti del Barocco, una stagione culturale e artistica che va dal 1600 al 1750 circa. In questo periodo le maggiori innovazioni in musica sono la nascita del melodramma (l’opera in musica) e – per quanto riguarda in particolare i nostri «maestri» – l’affermarsi della musica strumentale. Leggi il PowerPoint per saperne di più.
    <barocco.ppt>
    Per una panoramica generale sul Barocco in musica, puoi guardare e ascoltare la videolezione dedicata a questo periodo:
    La musica Barocca
    Per approfondire la musica barocca e i suoi protagonisti puoi utilizzare i materiali seguenti:
    - il PDF sulla bottega del liutaio
     il video dedicato alla casa di Bach

    Ti suggeriamo di ascoltare, facendo una ricerca su YouTube:
    -          di Vivaldi, uno dei concerti delle Quattro stagioni;
    -          di Bach, una delle suite per orchestra.
     
    Dopo il Barocco viene il periodo chiamato Classicismo, che va dal 1750 al 1830 circa. È in questo lasso di tempo che lavorano tre musicisti tra i più importanti della storia della musica: Haydn, Mozart e Beethoven. Leggi il PowerPoint per farti un’idea delle caratteristiche del Classicismo e della musica di questi tre indiscussi «maestri» della musica.
    <classicismo.ppt>
    Per approfondire la musica del Classicismo e i suoi protagonisti puoi utilizzare i materiali seguenti:
    - il video dedicato alla casa di Haydn
     
    Ti suggeriamo di ascoltare, facendo una ricerca su YouTube:
    -          di Haydn, l’ultimo movimento della Sinfonia n. 100;
    -          di Mozart, la Sonata n. 11 detta «Marcia turca»;
    -          di Beethoven, l’«Inno alla gioia» dalla Sinfonia n. 9.
     
    Metti alla prova le tue conoscenze svolgendo gli esercizi che ti proponiamo.




    Per il docente: Hai trovato utile questo materiale? Per approfondire, contatta la tua agenzia di zona  e richiedi un saggio di Spettacolare
    leggi tutto

  • I nuclei fondamentali di musica/5

    Nel Medioevo si svilupparono la musica sacra e la musica profana. La musica sacra era essenzialmente canto, perché la voce umana era ritenuta il mezzo più adatto per inneggiare a Dio: il canto era quindi a cappella, monodico, cioè a una sola voce, e in latino. La musica profana, invece, prevedeva l’uso di strumenti e consisteva soprattutto di canzoni e ballate in volgare, composte per raccontare storie ed esprimere sentimenti ed emozioni.
     
    La musica sacra medievale consiste sostanzialmente nel canto gregoriano, un canto religioso che prende il suo nome da papa Gregorio Magno. A esso si affiancarono in seguito il dramma liturgico e il canto sacro in volgare, nella forma della lauda. Leggi il PowerPoint per saperne di più.
     
    Per approfondire il tema della musica sacra nel Medioevo puoi guardare i seguenti video e svolgere le attività collegate:
    - la musica tra i primi cristiani:  https://webtv.loescher.it/home/zoomPublic?contentId=5886
      
    - la musica sacra nell’Alto Medioevo:
    https://webtv.loescher.it/home/zoomPublic?contentId=5892
    https://webtv.loescher.it/home/zoomPublic?contentId=5898
     
     
    La musica profana veniva eseguita nelle piazze e nei castelli da musicisti chiamati – a seconda della provenienza geografica – trovieri, trovatori, menestrelli, minnesänger o minstrels. Con la nascita delle università, la musica profana fu composta anche in latino, come nei famosissimi Carmina burana. Leggi il PowerPoint per scoprire com’era questa musica.
     
    Per approfondire il tema della musica profana nel Medioevo puoi guardare i seguenti video e svolgere le attività collegate:
    - la contrapposizione tra musica sacra e profana: https://webtv.loescher.it/home/zoomPublic?contentId=5904
     
    - come si svolge un torneo cavalleresco: https://webtv.loescher.it/home/zoomPublic?contentId=2716674
     
    Per ascoltare la versione moderna dei Carmina burana, puoi cercare su YouTube un’esecuzione di In taberna quando sumus.
     
    Il Medioevo è anche il periodo storico in cui furono inventate le note musicali, cosa che permise di scrivere la musica che in precedenza veniva tramandata oralmente. Leggi il PowerPoint per imparare chi le inventò e perché.
     
     
    Metti alla prova le tue conoscenze svolgendo gli esercizi che ti proponiamo.
     

    Per il docente: Hai trovato utile questo materiale? Per approfondire, contatta la tua agenzia di zona  e richiedi un saggio di Spettacolare! e di Musica in pratica
    leggi tutto

  • I nuclei fondamentali di musica/4

    Gli insiemi strumentali



    Quando gli strumenti si uniscono in gruppo, abbiamo quelli che si chiamano insiemi o organici strumentali: sono formati da un numero variabile di strumenti – dai due del “duo” ai cento dell’orchestra sinfonica – che dialogano tra loro, si alternano, si sostengono e danno vita a brani musicali ricchi e variegati.
     
    Gli insiemi strumentali più piccoli sono formati da un numero ridotto di strumenti, accoppiati in modo da completarsi e arricchirsi a vicenda. Nel PowerPoint sono illustrati alcuni dei più importanti.
    <insiemi_classici.ppt>
    Qui trovi alcuni suggerimenti per cercare su Internet e ascoltare alcuni insiemi strumentali che eseguono un brano:
    -          duo per violino e pianoforte: cerca la Sonata n. 24 in Fa maggiore per violino e pianoforte «La primavera» op. 5 di Ludwig van Beethoven;
    -          quartetto d’archi: cerca il Quartetto n. 13 in La minore per archi «Rosamunda» op. 29 di Franz Schubert.
     
    L’orchestra è sicuramente l’organico strumentale più conosciuto. Nel PowerPoint trovi un approfondimento sulla storia e l’evoluzione dell’orchestra nel tempo, oltre che sulla sua composizione.
     
    Puoi approfondire la lezione guardando i video dedicati all’orchestra e alle sue sezioni.
    Orchestra
    Orchestra sezioni
     
    Anche la jazz band, i gruppi rock e la banda sono insiemi strumentali. Leggi il PowerPoint per conoscere da quali strumenti sono composti e che musica suonano.
     
    Puoi approfondire la lezione guardando i video dedicati ai gruppi rock e alla banda.
    Gruppo rock italiano
    Gruppo rock tedesco
    Banda musicale
     
     
    Metti alla prova le tue conoscenze svolgendo gli esercizi che ti proponiamo.

    Per il docente: Hai trovato utile questo materiale? Per approfondire, contatta la tua agenzia di zona  e richiedi un saggio di Spettacolare
    leggi tutto

  • I nuclei fondamentali di Musica/3

    LE FAMIGLIE STRUMENTALI
     
    Nel corso della storia, l’essere umano ha costruito e suonato tantissimi strumenti musicali. È impossibile elencarli tutti, però possiamo raggrupparli in grandi “famiglie”, a seconda di come viene prodotto il suono: cordofoni, aerofoni, membranofoni, idiofoni. In questa lezione, vedremo insieme alcuni strumenti di ciascuna famiglia.
     
    Al gruppo dei cordofoni, cioè degli strumenti a corde, appartengono il violino e la chitarra, ma anche il pianoforte, perché in questo strumento il suono è prodotto dalla vibrazione di corde percosse da martelletti. Leggendo il PowerPoint puoi farti un’idea di questi strumenti.
     
    Puoi approfondire la lezione guardando i video dedicati al violino, alla chitarra classica, alla chitarra elettrica e al pianoforte

    Violino
    Chitarra
    Chitarra_elettrica
    Pianoforte
     
    Al gruppo degli aerofoni, cioè degli strumenti a fiato, appartengono il flauto traverso, il clarinetto, il sassofono e la tromba. Leggendo il PowerPoint puoi farti un’idea di questi strumenti.
    <aerofoni.ppt>
    Puoi approfondire la lezione guardando i video dedicati al flauto traverso, al clarinetto, al sassofono e alla tromba.
    Flauto_traverso
    Clarinetto
    Sassofono
    Tromba
     
    Membranofoni e idiofoni sono strumenti a percussione. Ce ne sono davvero tantissimi! Qui vedremo insieme lo xilofono e la marimba, il vibrafono e il glockenspiel e la batteria. Leggi il PowerPoint e guarda i video.
    <percussioni.ppt>
    Marimba
    Vibrafono
    Batteria
     
    Metti alla prova le tue conoscenze svolgendo gli esercizi che ti proponiamo.

    Per il docente: Hai trovato utile questo materiale? Per approfondire, contatta la tua agenzia di zona  e richiedi un saggio di Spettacolare
    leggi tutto